Passa ai contenuti principali

LACERBA - 15 giugno - Vergaio Prato

PRESSO IL CIRCOLO MCL DI VERGAIO
CENTENARIO DI FONDAZIONE DI LACERBA



Cade quest’anno il centenario della rivista futurista Lacerba e Vergaio (Prato) intende dare il proprio contributo con una conferenza dedicata a questo tema. Sabato 15 giugno alle ore 16.00 presso il Circolo M.C.L. di Vergaio (Via Tobbianese, 28) il prof. Corrado Marsan e la storica dell’arte Giulia Ballerini parleranno della nascita e dell’evoluzione della storica rivista, testimonianza di una stagione italiana innovatrice e all’avanguardia in fatto di arte e letteratura.
Ideatore dell’evento è l’artista e bibliofilo Stefano Cipolat, coadiuvato da Mauro Ricci, Giuliano Ciardi e Lorena Apicella, e con la collaborazione del Museo Soffici di Poggio a Caiano, Caffè delle Giubbe Rosse di Firenze e Progetto Libri-Firenze.
Fondata a Firenze da Ardengo Soffici e Giovanni Papini nel 1913, fiancheggiata dal gruppo dei futuristi di Milano, Filippo Tommaso Marinetti, Umberto Boccioni, Carlo Carrà, Giacomo Balla, Luigi Russolo e molti altri, Lacerba visse un biennio (1913-15) e sulle sue pagine confluirono anche i contributi letterari e pittorici di Pablo Picasso, Guillame Apollinaire, Max Jacob, grazie alla rete di contatti e frequentazioni letterarie che Soffici aveva intessuto nel suo settennale soggiorno parigino d’inizio secolo. Lacerba fu il frutto dello scontro-incontro con il pubblico e cessò le sue pubblicazioni con lo scoppio della prima guerra mondiale. Con l’occasione, si ricorda che non lontano da Vergaio, al “Museo Soffici e del ‘900 italiano” a Poggio a Caiano prosegue fino al 29 settembre la mostra "Lacerba 1913. Nuova rivista per tempi nuovi", a cura di Luigi Cavallo e Luigi Corsetti, dove è possibile ammirare documenti, manifesti originali delle Edizioni di Lacerba, libri e carte futuriste dei maggiori protagonisti della rivista (dal mercoledì alla domenica, ore: 10.00-13.00/14.00-18.30 tel. 0558701287)
iNTROIBO 1°Numero LACERBA

Commenti

Post popolari in questo blog

Art 3.0. AutoRiTratto di Fabio Magnasciutti

“ M i chiamo Fabio Magnasciutti e sono nato a Roma nel 1966 . S ono un illustratore e vivo di questo da circa 25 anni ma negli ultimi sei o sette, mi dedico massicciamente alla satira. H o pubblicato numerosi libri con la casa editrice Lapis e con altri editori e illustrato diverse campagne per le aziende SARAS, ENEL, API, MONTEDISON e altre. Tra le mie collaborazioni figurano la Repubblica, l'Unità, il Fatto Quotidiano, gli Altri, Linus, Left, il Manifesto mentre ho curato sigle e animazioni dei programmi "Che tempo che fa" edizioni 2007 e successive e di "Pane quotidiano" (RAI 3) . P er il programma AnnoZero edizione 2010-2011 e Servizio pubblico ho realizzato alcune illustrazioni . Insegno illustrazione editoriale presso lo IED di Roma e nel 2005 ho fondato la scuola di illustrazione Officina B5. Dal 1986 faccio concerti con diverse band, dal 1993 col gruppo Her Pillow (folk/rock), di cui sono fondatore. ” Quando ti sei ac

Pier Giovanni Staderini

Creato con la morbidezza che gli è, ormai, consona, Staderini ci presenta questa figura, espressa così plasticamente, nello studio della morbidezza della carne adottata in questo corpo vibrante. Pier Giovanni Staderini Opera raccolta dal Comune di Montelupo Deliziosa Tecnica Mista, 49x70

Luciano Piseri

E’ maestro nell’arte dell’acquerello, una tecnica tanto difficile quanto coraggiosa. Osserviamo i suoi papaveri animati di straordinaria vivacità di tono, resa con decorativa eleganza. Luciano Piseri Associazione Giuseppe Mazzon Papaveri Acquerello, 40x48