Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

ART 3.0: AutoRiTratto di Saturno Buttò

Un artista che fa discutere, che provoca reazioni forti e spesso contrastanti e rimane lì a emettere il suo messaggio qualunque esso sia, qualunque sia l’interpretazione che l’osservatore vuole attribuirgli. Il corpo e la bellezza, la trasformazione e il limite che ogni individuo si pone come vincolo all’esplorazione. 
Saturno Buttò nasce nel 1957 a Portogruaro e dopo il Liceo Artistico si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Venezia dove si diploma nel 1980.

Leggi L'intervista

ART 3.0: AutoRiTratto di Marcello Di Pierro

Un’infanzia accompagnata dalla febbrile passione del padre per la pittura e il desiderio di imporre alla tela emozioni che restino indelebili nel tempo, come pagine di un diario. Di Pierro fa scorrere sulle rughe dei suoi ritratti, riflessioni, tensioni che devono a loro volta imprimersi negli occhi dell’osservatore.

Leggi L'intervista

ART 3.0: AutoRiTratto di Maurizio Prenna

L'incontro con Maurizio Prenna è avvenuto in sua assenza presso il Museo della Carta di Fabriano. Le sue sculture di carta popolavano il piano superiore e pur sapendo che erano presenze immobili, mi sentivo costantemente osservata. 

Leggi L'intervista

ART 3.0: AutoRiTratto di Vincenzo Morlotti

Respirando l’aria di casa. Mio cugino Ennio Morlotti è riconosciuto come uno dei massimi pittori dell’Astrattismo italiano. Mio padre dipingeva, mia madre avrebbe voluto frequentare delle scuole d’arte, i miei fratelli hanno sempre condiviso tale passione. L’arte in generale è sempre stato un affettuoso tarlo di famiglia. Prima di Ennio, ho avuto un antenato scultore che venne esiliato in Francia, dopo le cinque giornate di Milano.

Leggi L'intervista

ART 3.0: AutoRiTratto di Justyna Kopania

Desideravo intervistare Justyna Kopania già da qualche mese; seguivo la sua pagina, le sue pubblicazioni e un giorno ho provato a contattarla. Per mesi non ho ricevuto risposta. Un giorno le ho scritto un solo puntino in privato questa volta sul suo profilo Facebook. Passano poche ore e ricevo una risposta. Le scrivo quindi che vorrei intervistarla per la rivista Il Pickwick e le chiedo se posso porle alcune domande.Leggi L'intervista