Passa ai contenuti principali

LA VALLE DELLE VISIONI DI SAURO ALBISANI - 25 ottobre

LETTURA POETICA DA ‘LA VALLE DELLE VISIONI’ DI SAURO ALBISANI A FIRENZE
Il reading, con musiche, dalla raccolta di versi che ha vinto il Premio Giuria Viareggio 2012, edita da Passigli, è il 25 ottobre alla Fondazione il Fiore

Giovedì 25 ottobre 2012 alle ore 17 la Fondazione il Fiore presenta una lettura poetica tratta da "La valle delle visioni" di Sauro Albisani, interpretata dall'autore stesso con la partecipazione di Laura Bonanni (voce recitante), Giangiuseppe Alberti (chitarra), Teresa Domenici (canto).
Pubblicata a dieci anni di distanza dalla precedente raccolta, "La valle delle visioni" (Passigli editori) ha vinto il Premio Giuria Viareggio 2012. Finalista al Premio Lerici Pea, l'opera si è aggiudicata numerosi altri premi.
Altrettanto significativa l'attenzione della critica: recensioni e giudizi sono usciti su vari quotidiani (L'Avvenire, Repubblica, La Nazione, La Gazzetta di Parma) e sulle principali riviste di settore, tra cui "Poesia", "Pagine", "Il Portolano", "Caffè Michelangiolo".
Già giovanissimo discepolo di Carlo Betocchi, Albisani è rimasto profondamente legato al suo maestro da cui ha ereditato il bisogno di ascoltare e di dare spazio dentro la poesia a tutto ciò che è al di fuori del nostro io, come egli ribadisce anche nel volume più recente dedicato al poeta di "Realtà vince il sogno" in occasione del ventennale della morte: "Cieli di Betocchi" edito da Le Lettere.
Anche l'appuntamento di giovedì 25 si muove nella medesima direzione: la volontà di offrire una poesia, se non corale, certo plurale, laddove ogni presenza umana è posta in condizione di testimoniare se stessa senza essere mai costretta a sottostare all'onniscienza dell'io che scrive. Quest'ultimo anzi è relegato in margine, oggettivato nel cantuccio della terza persona che declina ogni scienza se non quella, amaramente ironica, ribadita nel risvolto di copertina: capire di non capire. "la vita, sempre la vita" scriveva Carver, già citato, a proposito della prima raccolta di Albisani, dal grande Luigi Baldacci.
Per indicazioni dettagliate su come raggiungere la splendida sede del Fiore, sulla collina di Bellosguardo, si consiglia di guardare il sito web www.fondazioneilfiore.it.
Per ulteriori informazioni, Fondazione Il Fiore. Tel: 055 224774

Commenti

Post popolari in questo blog

Art 3.0. AutoRiTratto di Fabio Magnasciutti

“ M i chiamo Fabio Magnasciutti e sono nato a Roma nel 1966 . S ono un illustratore e vivo di questo da circa 25 anni ma negli ultimi sei o sette, mi dedico massicciamente alla satira. H o pubblicato numerosi libri con la casa editrice Lapis e con altri editori e illustrato diverse campagne per le aziende SARAS, ENEL, API, MONTEDISON e altre. Tra le mie collaborazioni figurano la Repubblica, l'Unità, il Fatto Quotidiano, gli Altri, Linus, Left, il Manifesto mentre ho curato sigle e animazioni dei programmi "Che tempo che fa" edizioni 2007 e successive e di "Pane quotidiano" (RAI 3) . P er il programma AnnoZero edizione 2010-2011 e Servizio pubblico ho realizzato alcune illustrazioni . Insegno illustrazione editoriale presso lo IED di Roma e nel 2005 ho fondato la scuola di illustrazione Officina B5. Dal 1986 faccio concerti con diverse band, dal 1993 col gruppo Her Pillow (folk/rock), di cui sono fondatore. ” Quando ti sei ac

ART 3.0: AutoRiTratto di Massimo Cantini

Pontassieve. Cinque anni dopo ha dipinto il Palio di Torrita di Siena, e il Comune di Pontassieve ha acquistato due grandi dipinti, adesso posti nella Sala Consiliare del Comune stesso. È presente nel volume  Storia dell'arte italiana del '900  a cura di Giorgio Di Genova. Nel 2013 è stato insignito, dal Lions Club Valle della Sieve, del prestigioso riconoscimento Melvin Jones Fellow (Filippo Lotti,  50 pittori toscani per 50 cantanti toscani , 2010).                                                                                                            Leggi L'intervista

Gino Tili

Intreccia discorsi che si collocano tra realtà e sogno, tra passato e presente. Immagini dal segno dinamico, rese armoniose da un colore equilibrato, da una fantasia scaturita dal proprio mondo. Gino Tili Dono FirenzArt Senza titolo Tempera su carta, 30x40