Passa ai contenuti principali

Aurelio Caruso - sabato 17 marzo 2012 - Le scarpe rosse di Paola

 
Comunicato stampa mostra
Aurelio Caruso

La galleria d’arte è un luogo per tutti. Vi invitiamo ad intervenire sabato 17 marzo 2012


Comunicato stampa



Artista:    Aurelio Caruso
Titolo della mostra:  “Le scarpe rosse di Paola”
Periodo espositivo: dal 17 marzo al 7 aprile 2012
luogo espositivo:  Galleria d’arte Studio 71 Palermo”

Sarà inaugurata sabato 17 marzo 2012  alle ore 18.00, presso la galleria d’arte Studio 71 di Palermo via Vincenzo Fuxa n. 9 la mostra personale di Aurelio Caruso dal titolo:
“Le scarpe rosse di Paola”

L’artista presenta, dopo la mostra esposta alla Fondazione La Verde-La Malfa di San Giovanni La Punta CT lo scorso ottobre, dedicata quasi totalmente al Parco dell’Arte, la sua ultima produzione scegliendo come personaggio centrale per i suoi lavori Paola e le sue scarpe rosse. Paola è un pretesto così come le sue scarpe rosse. Aurelio ama il rosso. Sovente in questi ultimi anni lo abbiamo visto utilizzare dall’artista (moderatamente in riferimento ai suoi paesaggi, più deciso quando si è trattato di vestire la sua “modella”). Un colore che usa per concentrarsi ma che tiene a distanza come se avesse paura di lasciarsi prendere dalla vita, dai sentimenti e dalle sue passioni.  

Nel suo testo di presentazione in catalogo scrive Vinny Scorsone: (…) Quelle scarpe rosse, così belle! Paola vorrebbe non pensare ma i ricordi ricompaiono sfacciati. Lei lo sa: una volta che questi spariscono si sta male, si sta peggio. Le scarpe sono abbandonate da qualche parte, sole. (…) Caruso ha modificato il suo modo di dipingere anche se le tematiche sono rimaste invariate. Gli stencil, la tecnica attualmente usata per realizzare i suoi lavori, hanno reso i suoi quadri più malinconici, carichi di atmosfere inquiete. I grigi continuano ad essere presenti, ma stavolta è il nero che si fa latore di pensieri. Il disegno ha prevalso sulla pittura e si è fatto maschera, prodotto seriale. L’artista però si è spinto oltre quasi a sfiorare le street art. Ha infatti reso i suoi quadri pareti su cui operare da writer. Blek le Rat e Banksy sono divenuti i suoi “suggeritori” artistici. Così come nelle opere murali di questi writers, difatti, ora nei suoi dipinti pittura tradizionale e stencil si integrano, si contendono lo spazio.  (…)”

La mostra è visitabile fino al 7 aprile 2012 presso la galleria Studio 71 di Palermo Via Fuza n. 9   dalle 17.00 alle 20,00  compreso i festivi.






Uff. stampa e p.r.
Mariella Calvaruso

   








Commenti

Post popolari in questo blog

ART 3.0: AutoRiTratto di Massimo Cantini

Pontassieve. Cinque anni dopo ha dipinto il Palio di Torrita di Siena, e il Comune di Pontassieve ha acquistato due grandi dipinti, adesso posti nella Sala Consiliare del Comune stesso. È presente nel volume  Storia dell'arte italiana del '900  a cura di Giorgio Di Genova. Nel 2013 è stato insignito, dal Lions Club Valle della Sieve, del prestigioso riconoscimento Melvin Jones Fellow (Filippo Lotti,  50 pittori toscani per 50 cantanti toscani , 2010).                                                                                                            Leggi L'intervista

ART 3.0: AutoRiTratto di Luca Mattana Design

Ancora una volta è Francesco Andoli a farmi scoprire realtà artistiche di grande vitalità nascoste nel cuore di Napoli, è la volta di Luca, creatore di Mattana Design. Luca non vuole parlare di sé, ma della squadra che lavora a queste creazioni. Scrivono di lui da  Preziosa Magazine : “La sua gioielleria nelle vicinanze di Piazza Amedeo a Napoli ha l’aspetto serio del luogo del prezioso, ma a un secondo sguardo attira proprio l’informalità di materiali meno costosi (argento, ma tanto bronzo). Cosa è prezioso per Luca? Gli austeri diamanti                                     Leggi L'intervista

Appuntamenti con... un'ora sulla storia. Firenze dal Fascismo alla Liberazione- 7 aprile- Firenze

  In occasione del 70° anniversario della Resistenza e della Liberazione   ritorna il c iclo di incontri Appuntamenti con... un’ora sulla storia Firenze dal Fascismo alla Liberazione     A cura di Lucia Felici Professore di Storia Moderna dell’Università degli Studi di Firenze Primo appuntamento lunedì 7 aprile ore 18-19   Valeria Galimi Università della Tuscia Firenze fascista, Firenze in guerra   Gli incontri proseguiranno fino a giugno 2014 Sala conferenze (piano terra) della Biblioteca delle Oblate Ingresso libero    t el. 055 2616512 - fax. 055 2616519 Via dell’Oriuolo, 26   PROGRAMMA COMPLETO LINK INFO