Passa ai contenuti principali

Lyceum - CONCERTO DEL TRIO RUTA – CECCANTI – FOSSI - 14 gennaio Firenze

CONCERTO DEL TRIO RUTA – CECCANTI – FOSSI
Si svolge lunedì 14 gennaio al Lyceum Club Internazionale di Firenze.
 


Una rara occasione di ascolto della trascrizione autografa per violino, violoncello e pianoforte di Beethoven della sua ‘Seconda Sinfonia in re maggiore’, op. 36, e di due composizioni del 2007 di Arvo Pärt e György Kurtág.
E’ anche questo il concerto in programma lunedì prossimo, alle 17, al Lyceum Club Internazionale di Firenze (via Alfani 48), con ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Un appuntamento che ha tre protagonisti di assoluta eccellenza quali il violinista Alberto Maria Ruta, il violoncellista Vittorio Ceccanti e il pianista Matteo Fossi.
Organizzato grazie al sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze dalla sezione Musica del Lyceum fiorentino presieduta da @Eleonora Negri (vicepresidente Irene @Weber Froboese), il concerto del trio @Ruta – @Ceccanti - @Fossi, che alterna musiche dell’800 a musiche dei giorni nostri, rientra nella rassegna “Gli anni Trenta e i valori della contemporaneità”, patrocinata da Provincia, Comune e Quartiere 1.


«Cominceremo – spiega Eleonora Negri - con gli stupendi ‘Fantasiestücke’ op. 88 di Robert Schumann, per poi assaporare la qualità di scrittura di "miniature" scritte nel 2007 per questo ensemble da due grandi compositori contemporanei: Arvo Pärt (‘Scala cromatica, Trio piccolo’) e @György Kurtág (‘La ligatura di Balint Varga’)». La conclusione del programma, come già scritto, riserva la «notevole sorpresa» della ‘Seconda Sinfonia in re maggiore’ op 36 di Ludwig van Beethoven nella trascrizione autografa per violino, violoncello e pianoforte».
Per informazioni, @Mirka Sandiford, tel: 055-3249190

Commenti

Post popolari in questo blog

Art 3.0. AutoRiTratto di Fabio Magnasciutti

“ M i chiamo Fabio Magnasciutti e sono nato a Roma nel 1966 . S ono un illustratore e vivo di questo da circa 25 anni ma negli ultimi sei o sette, mi dedico massicciamente alla satira. H o pubblicato numerosi libri con la casa editrice Lapis e con altri editori e illustrato diverse campagne per le aziende SARAS, ENEL, API, MONTEDISON e altre. Tra le mie collaborazioni figurano la Repubblica, l'Unità, il Fatto Quotidiano, gli Altri, Linus, Left, il Manifesto mentre ho curato sigle e animazioni dei programmi "Che tempo che fa" edizioni 2007 e successive e di "Pane quotidiano" (RAI 3) . P er il programma AnnoZero edizione 2010-2011 e Servizio pubblico ho realizzato alcune illustrazioni . Insegno illustrazione editoriale presso lo IED di Roma e nel 2005 ho fondato la scuola di illustrazione Officina B5. Dal 1986 faccio concerti con diverse band, dal 1993 col gruppo Her Pillow (folk/rock), di cui sono fondatore. ” Quando ti sei ac

ART 3.0: AutoRiTratto di Massimo Cantini

Pontassieve. Cinque anni dopo ha dipinto il Palio di Torrita di Siena, e il Comune di Pontassieve ha acquistato due grandi dipinti, adesso posti nella Sala Consiliare del Comune stesso. È presente nel volume  Storia dell'arte italiana del '900  a cura di Giorgio Di Genova. Nel 2013 è stato insignito, dal Lions Club Valle della Sieve, del prestigioso riconoscimento Melvin Jones Fellow (Filippo Lotti,  50 pittori toscani per 50 cantanti toscani , 2010).                                                                                                            Leggi L'intervista

Gino Tili

Intreccia discorsi che si collocano tra realtà e sogno, tra passato e presente. Immagini dal segno dinamico, rese armoniose da un colore equilibrato, da una fantasia scaturita dal proprio mondo. Gino Tili Dono FirenzArt Senza titolo Tempera su carta, 30x40